Carlo Goldoni
Le virtuose ridicole

ATTO TERZO

SCENA TERZA   Erideno solo

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA TERZA

 

Erideno solo.

 

 

 

Spiacemi il paragone, e non vorrei,

Siccome il sol cambia sovente aspetto,

Affrodisia nel sen cambiasse affetto.

Basta, comunque sia

Il destin che sovrasta all'amor mio,

Affrodisia mi piace,

E soffrirò qualunque pena in pace.

 

Non s'innamori

Chi non vuol pene:

Un po' di bene

Costa tormenti.

Brevi contenti

Suol dare amor.

Io lo comprendo,

Ma però invano:

Vuol da sovrano

Il dio Cupido

Formarsi il nido

Nel nostro cor. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License