Carlo Goldoni
Amore in caricatura

ATTO TERZO

SCENA QUARTA   Li suddetti, fuor del Marchese.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUARTA

 

Li suddetti, fuor del Marchese.

 

MAD.

Staremo allegramente:

Verrà dell'altra gente,

Verran delle bellezze più di una,

E potrete sperar qualche fortuna.

POL.

Ah, che non v'è bellezza

Fuori del vostro volto.

TRIT.

Voi avete raccolto

Nella vostra bellezza il bel di tutte.

MONS.

In paragon di voi tutte son brutte.

MAD.

So che il vostro parlar non è verace,

Ma il sentirmi lodar non mi dispiace.

POL.

Dico il ver.

TRIT.

Non mentisco.

MONS.

Io son sincero.

Voi avete negli occhi il nume arciero.

MAD.

Cavalieri.

TUTTI TRE

Madama.

MAD.

Fra il ballo ho destinato

Cenare in compagnia.

Qualcuno in cortesia

Vada a sollecitar di il mio cuoco.

TRIT.

Vado, e un piatto ancor io vo' far per gioco.

 

Ancor io so cucinare,

E un bodin vi voglio fare

Che piacer vi recherà.

Mentre il cuoco fa l'arrosto,

Mentre gira il menarrosto,

Il bodino bollirà

E perfetto riescirà. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License