Carlo Goldoni
La bancarotta, o sia il mercante fallito

ATTO PRIMO

SCENA QUINTA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUINTA

 

Il Dottore e detti.

 

TRUFF. Ma quand el vedo, el me fa paura.

SMER. Fa così: passa di qui dopo pranzo e, se non vi sarà in casa il signor Dottore, ti avviserò, e tu potrai venire liberamente. (il Dottore ascolta)

TRUFF. Benissimo, co nol sarà in casa, vegnirò volentiera.

DOTT. Se il signor Truffaldino vuol andare in casa con Smeraldina, quando non vi è il padrone, può servirsi ora che il padrone è fuori di casa.

SMER. (Povera me!) (da sé)

TRUFF. Quando ella me fa la grazia de contentarse, me prevalerò delle so finezze. (al Dottore)

SMER. Con sua licenza. (fa una riverenza al Dottore, ed entra in casa)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License