Carlo Goldoni
La burla retrocessa nel contraccambio

ATTO QUARTO

SCENA QUARTA   Gottardo, l'oste e i Garzoni.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUARTA

 

Gottardo, l'oste e i Garzoni.

 

GOTT. Veramente la bile e lo stordimento in cui sono mi ha fatto avanzare a mia moglie una proposizione ingiuriosa. Non la credo capace di tanto, ed ha ragione se si scalda; ma anch'io non ho torto, se mi do al diavolo per una cosa di questa natura.

OSTE Signore, veda se nel suo armadio vi è tutto quello che a lei appartiene.

GOTT. Non vo' veder niente. Lasciatemi stare.

OSTE Io ho preso la roba mia.

GOTT. Sì signore.

OSTE Permette che la mandi a casa?

GOTT. Fate quel che volete.

OSTE Figliuoli, andate, e consegnate ogni cosa alla padrona. (Garzoni partono)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License