Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Alfabetica    [«  »]
ttutte-quante 1
ttuttecuante 1
ttuttequante 1
ttutti 206
ttutti-cuanti 3
ttutti-quanti 2
ttutto 161
Frequenza    [«  »]
213 eppoi
210 cioè
207 puro
206 ttutti
205 ottobre
205 tra
204 llei
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText - Concordanze

ttutti

    Sonetto
1 6 | occhi:~dico er zonetto co ttutti li fiocchi~c’avevio da mannamme 2 14 | bbottoni,~ve strofinavio a ttutti li portoni:~e mmó, bbuttate 3 41 | ssei bbracci ppiú longhi, e ttutti quanti~tiengheno immezzo 4 48 | j’ha maggnato la dota a ttutti patti?~ ~Lo vôi sapé pperché 5 52 | Se pôzzino a stroppià ttutti li guitti.~Eccheli sbarellati 6 80 | fficcati,~je pijja a ttutti quanti ’n accidente?~ ~Che 7 105 | bbussi:~ ~e nun ze sa ppe ttutti li cantoni,~da ponte-rotto4 8 130 | ccojjone~je fo vvedé ch’entrà ttutti sce ponno,~portannoje a 9 157 | ssorelle vacche:~e ttra ttutti una manica de matti.~ ~Terni, 10 169 | C’ereno attorno ccqui ttutti parchetti,~lassú er loggiato, 11 180 | che sse maggna!~ ~E cco ttutti li studi che sse sanno,~ 12 181 | de questa,~cacciava, come ttutti li tenori,~note de petto, 13 235 | sangue pe vvedé~de sarvà ttutti; eppoi che ne cacciò?~ ~ 14 253 | ggiú in terra a rrippezzà ttutti li guai.~ ~Roma, 21 novembre 15 258 | indurgenza~va in paradiso co ttutti li panni.~ ~Che tte fa un 16 274 | giudizzio~e ce bbuggera a ttutti in zempiterno.~ ~Metti, 17 277 | ggalantomo;~ce fesce riggistrà ttutti in un tômo,~ce fesce distinà 18 280 | bbenedetti,~e ddàcce3 a ttutti indove cojje cojje.~ ~E 19 286 | Che tte premeno a tté ttutti sti guai?2~ ~Bbubbú, bbubbú,3 20 326 | Senza statte a ccontà3 ttutti li peli,~che ssò de li paini 21 344 | immasciata e ttorni,~ce diede a ttutti l’astrazzion d’Arezzo~ ~ 22 347 | Ghimorrini7~se sentinno8 addrizzà ttutti l’uscello.~ ~E arrivonno9 23 360 | asciutti~e vvadi a ffiume co ttutti li panni.~ ~E Rrinzo che 24 360 | penza a ssé, Ddio penza a ttutti.3~ ~21 gennaio 1832 - Der 25 362 | dritto:~pòzzo vénneve3 a ttutti a un tant’er mazzo:~Io, 26 373 | fijjo,~che ddai la pecca a ttutti e tte la sgrulli?8~ ~Ma 27 410 | jjermattina a Cchiodo,~lui che ssa ttutti cuanti sti segreti,~si sse 28 423 | spubbricato er giubbileo~pe ttutti li cristiani bbattezzati.~ ~ 29 426 | der pelo e ’r priffe ttutti l’inchini,~per priffe e ’ 30 445 | matina,~a ttutte l’ora, a ttutti li momenti!~ ~, è mmejjo 31 457 | cquà tte vojjo: a cciarlà ttutti bboni,~ma bbisogna trovaccese 32 459 | la notte~come potecce ttutti aruditi.~ ~Pe li mi’ fijji 33 466 | vertecchi,4~e in faccia a ttutti mascilenti e ssecchi,~je 34 472 | Gesucristo è mmorto in crosce~pe ttutti quanti l’ommini uguarmente.~ ~ 35 473 | gravidanza~ ~E cchi li spiegà ttutti stimpicci~che ffa Iddio 36 479 | l’aritrovo».6~ ~Questi ttutti fatti piani piani;~ma nun 37 483 | entracce in sti segreti,~e ttutti hanno da li su’ mestieri.~ ~ 38 500 | piaggnisteo.~ ~Lo so, lo so cche ttutti li cuadrini~c’arrubbeno 39 501 | Me fai ride: e cche ssò ttutti sti guai~appettar tibbi1 40 504 | de stivali.~ ~Cuesti tra ttutti cuanti li su’ eguali~metteno 41 506 | aristrigne le mesate;~e ttutti s’arivorteno ar proggetto!~ ~ 42 525 | concrusione~je l’annava a ssoffià ttutti a l’orecchie,~azzeccàtesce4 43 526 | scale.~ ~Li vedi allora annà ttutti a bbraccetto,~fascènnose 44 527 | Cancejjere e cchi er Prelato;~e ttutti inzieme vonno avé rraggione.~ ~ 45 530 | na bbucataccia ar viso~a ttutti li bbarattoli e ar mortale.1~ ~ 46 545 | ffijja, oggiggiorno:~ ttutti orzi1 coll’anime de cani.~ 47 546 | incompitenza.7~ ~E io ’ntanto co ttutti sti ggiretti,~co sto ssciupo 48 551 | che Ccristo v’ariccojji a ttutti cuanti?!~ ~Roma, 4 dicembre 49 576 | criticalla,~perché cce vonno a ttutti cuanti iggnudi.~ ~Va bbe 50 585 | che ste grazziette tue ttutti fiori.~ ~E infatti, guard’ 51 599 | lei sapeva rresto a ttutti cuanti.~ ~Pijjava li bburini2 52 599 | pe mmano.~ ~E ppe ffà a ttutti poi commido er prezzo,~dava 53 607 | er Museo2 de Raffaelle~e ttutti l’antri cuadri de pittura.~ ~ 54 618 | bbarbaccia sua li sarvò ttutti,~e ffra ddumuri d’acqua, 55 622 | lo specchio:~Ve tiengo a ttutti indove ve vedete.~ ~Roma, 56 626 | sfrusteno er furello?2~ ttutti galantommini, fratello;~ 57 626 | avello.4~ ~Ma ppoi tiengheno ttutti er mantellone,~e ccor Cristo 58 635 | cinquanni otto fijji, e ttutti vivi!~E cche ccianno in 59 636 | tata?~Sti casi ar monno ttutti compaggni.~ ~Che ppaur’hai 60 643 | Mecca?6~Li preti danno a ttutti e a ttutte l’ore.~Chiudeno 61 662 | Che vvòi commatte4 llà! ttutti padroni:~sempr’uno la 62 681 | fora ar Qui-orinale.3~ ~E ttutti, incomincianno dar Vicario,~ 63 682 | poverelli~ciavemo da iggnottí8 ttutti sti cardi,~ch’er zor Papa 64 683 | c’oggi l’editti cqua ssò ttutti stracci~che un Papa mette 65 691 | fedele?~Che snerbature co ttutti li fiocchi3~che mmanco se 66 695 | 695. Caccia er cappello a ttutti~ ~Me pèrdeno er rispetto 67 697 | tanta.~ ~Li cardinali ttutti una torta;~e sse ne ttrovà 68 699 | che nnun ddormì,~tiè ttutti svejji pe ssentì cc’or’è.~ ~ 69 708 | cazzotto4~ cce bbuggera a ttutti in zempiterno.~ ~Sarà una 70 719 | abbadi a ssé: Ddio penza a ttutti.~ ~E vvoi che a zzirlivarli 71 720 | gobbo de damasco,9~si ssò ttutti de carne com’e nnoi?!~ ~ 72 732 | un parchetto sola sola~co ttutti li su’ fijji piccinini!~ ~ 73 738 | strapazzo:~sto ar banchetto pe ttutti, e nnun j’amanco;~e nnun 74 743 | Pe cquesto s’ha dda ttutti sti ghetti1~~ com’avessi2 75 766 | la regazza~l’ha ddata a ttutti pe ccipoll’e bbieta.3~ ~ 76 769 | r padrone~d’empicce5 a ttutti o rripulicce er piatto.~ ~ 77 773 | ffotte, e bbascia!~Ggià ssò ttutti scottati: ma stasera~da 78 779 | sti canterini cqua ssò ttutti tosti,6~e dda arzajje7 una 79 785 | nnò, ssora Scescijja?4~ ttutti cuanti in celo distinati.5~ ~ 80 788 | pagato.~ ~Pe pperzuade3 a ttutti ch’er peccato~nun è una 81 810 | pretino,~li farebbe7 inchinà ttutti sur tetto~cor gruggno s’ 82 828 | ssòn de campanello~rifarà ttutti maschi a mmatutino.~ ~Roma, 83 835 | nun è ssordo,~li Romani ttutti papalini,~e la Santità Ssua 84 843 | dimme, indovèlli,~si ssò6 ttutti ppiú ccani de li cani?~Guarda 85 843 | Orfanelli7~che cce divora a ttutti sani sani!~ ~Senti un po’ 86 889 | bbone.~ ~E vvoressi7 legà ttutti in du’ fassci,~un fasscio 87 890 | Cqua avemo sei Spedali, e ttutti granni1~~ che cce sei medicato 88 895 | Cornelio e Cciprïano,7~e ttutti li paini8 San Giacobbe.~ ~ 89 897 | ccampidojjo una priggione,~che ttutti sce parlaveno latino.~ ~ 90 912 | cause sperze1~ ~Eh ggià, ttutti li guai, tutti li scarti2~ 91 914 | capasce~che cqua li ricchi ttutti un riduno;3~e un goccio 92 926 | trerreggni~fascéveno aridà3 ttutti li peggni~che li Romani 93 927 | zussidio da l’Impresa.10~ ~Cqua ttutti mmerangole,11 ma ppuro12~ 94 936 | raggione?~Nun vennero accusí ttutti li guai~ch’Iddio sciarigalò9 95 951 | er manico a le spazzole~a ttutti li pivetti7 der Colleggio!~ ~ 96 969 | vorta8~li faressi9 restà ttutti bbusciardi.~ ~Roma, 19 maggio 97 973 | S’intenne10 ggià cco ttutti l’ingredienti;~ciovè11 ddoppo 98 982 | pisscia risorio7~e cce fa ttutti cavajjer de Marta;8~ma un 99 982 | Eh a sta maggnèra13 cqui ttutti bboni~a ppagà cchi ha 100 983 | vvòi che tte lo metti,8~ ttutti tui9 e tte li do dde core».~ 101 983 | Fijjola, piano»,~disce, « ttutti tui, uno pe vvorta».17~ ~ 102 1001| vitturali~ ~Lo sapémo1 che ttutti sti carretti~de gabbie de 103 1010| la ggente tanta pena!~ ~E ttutti fanno sta cantasilèna:1~~ 104 1022| fai male.~Li padroni 3 ttutti d’una tinta.~ ~Ppiú dder 105 1025| naso,8~e tte arimedià ttutti li guai.~ ~18 novembre 1833~ ~ 106 1029| senza stasse2 a ppijjà ttutti staffanni.~ ~Invesce de 107 1034| quello ch’è ccerto è cche ssò ttutti morti.~ ~30 novembre 1833~ ~ 108 1066| tterminati».~ ~Vedo intanto però ttutti li frati,~c’ortre9 la loro 109 1081| Papa ce ne sscejje dua.~ ~A ttutti l’antri11 nun je tocca un 110 1082| dunque e llantre donne~ ttutti appett’a llui sguatteri 111 1086| scordati in d’un cantone.~ ~E ttutti co la faccia piaggnolosa~ 112 1106| poco.~Casca in miseria, e ttutti: «Eh nnaturale:~accusí aveva 113 1113| cammino».~ ~E io: «Saette a ttutti li prelati,~monziggnore 114 1123| ommini, o ricchi o nnò, ssò ttutti uguali:~dunque a ppiede, 115 1139| Furtunato,~currete a ssentí ttutti si sse ponno4~spaccià ccojjonerie 116 1145| cquer framasone~che, ffra ttutti li prencipi cristiani~cattolichi 117 1152| ggnocchi!~Li sovrani nun 7 ttutti fratelli?~ ~4 aprile 1834~ ~ 118 1164| er ziconno sur terzo, e ttutti poi~commanneno su ttutto 119 1182| 1182. Papa Sisto~ ~Fra ttutti quelli c’hanno avuto er 120 1206| faccia...~come fussino2 llà ttutti stivali.~ ~Nun c’erantro3 121 1215| je canta Mamma e Ttata,~e ttutti li viscini de cqua intorno?~« 122 1219| è mmejjo a mmannà ggiú12 ttutti l’inganni,~che inzurtà in 123 1240| stato?~ ~S’arivòrteno4 ttutti a mman destra...~Vedi, arzeno 124 1250| tutti quanti.~ ~Questi ttutti guai pe l’iggnoranti.~Quello 125 1283| 1283. Monte-scitorio1~ ~Fra ttutti li ppiú mmejjo palazzoni~ 126 1298| distintivi?~Li sovrani nun ttutti compaggni?~ ~Saranno o un 127 1306| vedove, io zitelle...~e ll’ho ttutti oggnisempre contentati.~ ~ 128 1321| er perno de l’amore~fra ttutti li miracoli ppiú ggranni~ 129 1332| Natura~de subbissacce4 a ttutti, e ffarà ppiove.5~ ~Che 130 1333| bbasta pe llui,~bbast’a ttutti e Ssiggnore v’aringrazzio.~ ~ 131 1340| je fanno l’occhi dorci; e ttutti~vedeno er torto in lei doppo 132 1366| catasta~de difettucci e ttutti a bbommercato;~ma vve sbrigo: 133 1372| svejjati d’un zarto2 a ttutti quanti,~e ttu, gghiro3 fottuto, 134 1372| che ccià(1) ffatto chiamà ttutti li santi!~Antro6 che camminà 135 1376| ffa ddà uno strilletto a ttutti quanti.~ ~Me slongo, e vvedo 136 1378| ccom’e rricotte.~ ~E mmó ttutti st’eserciti cojjoni~invesce 137 1382| Mmodesto,~che li libbri li sa ttutti a mmemoria,~m’ha rriccontato 138 1385| ggenerale~che ss’abbi da mutà ttutti li gusti,~e ttutto, all’ 139 1390| de repubbrica~pe dijje a ttutti: Cittadin cazzaccio.~ ~12 140 1400| mentre ch’er Papa a ttutti li cantoni,~pe cquanti ggiorni 141 1409| ssu li frati.~Questi ttutti affari terminati~ner Concijjo 142 1421| disinteresse~ ~Chiunque spacci che ttutti hanno er dono~de volé mmale 143 1443| Disce il proverbio: Si6 ttutti l’uscelli~conoscessino7 144 1449| tutti, e cquanno more~a ttutti li cristiani2 je dispiasce;~ 145 1465| e ttoccato èsse7 dotti a ttutti quanti.~ ~Io conosco un 146 1498| 1498. La bbona stella~ ~Fra ttutti quanti l’ommini assortati~ 147 1506| affermaveno in duale,~e ttutti je cacciaveno1 er cappello.~ ~ 148 1512| che ccosa ve fregate1~~ co ttutti sti quadrini che spennete?~ 149 1518| messa;~e cquello che ppiú a ttutti jinterressa~sc’è ssempre 150 1520| Ccarvario».~Si4 cconzisteno cqui ttutti li mali~s’inarbera la crosce 151 1545| maravijjo~che cce possi mannà ttutti a l’inferno».~ ~9 maggio 152 1569| , pper impeggno, : ttutti li morti~o un zanto, o la 153 1572| senza annàsse2 a ppijjà ttutti staffanni.3~ ~4 giugno 154 1576| allesso~pe smania de sapé ttutti li peti.9~ ~10 giugno 1835~ ~ 155 1597| mojje reggine,~e ammazzò ttutti quanti li cristiani.~ ~Poi 156 1611| pratichi.~ ~Io ve dico c’a ttutti l’ammalati~de dojje isterne 157 1694| gran circonferenza4~sopra a ttutti l’affari der governo.~ ~ 158 1710| Dunque, o all’occhi nun cià5 ttutti sti mali,~o cquer giorno 159 1712| llei vedi,~trova leggni pe ttutti li paesi.~Qua ssentra a 160 1720| ggente.~S’ha da trattà cco ttutti ggentirmente~chi li su’ 161 1724| fame e avete sete.~ ~Llí, ttutti inzieme, la regazza, er 162 1731| senza ir collo,~c’affogò6 ttutti e nnarrestò7 d’avanzo.~ ~ 163 1751| fu un mascello, e pijjò ttutti li sceti.~ ~Sapete, sor 164 1756| veleno~bbono da mmorí ttutti li Stati.~ ~Ir quale er 165 1785| stradale~cercann’addosso a ttutti e in oggni sito,~e cchi 166 1794| carnovale~se1 vanno a ddivertí, ttutti dannati.~ ~Io nun ve negherò 167 1802| guardiano nun fu eletto,~perché ttutti li frati ebbeno5 un voto!~ ~ 168 1821| Lui a nnoi sce se tiè6 ttutti derèto,7~e, ar piú, sse 169 1833| po’ mmeno o un po’ ppiú ttutti l’avemo,~me tiè oggni vorta 170 1843| facchin de credenza».~ ~«Ohò! ttutti sti fumi finarmente~ iti9 171 1849| siconna festa~de pasqua, e ttutti quanti li curati~vanno a 172 1860| mijjon de Malessciti4~che ttutti assieme j’appiommorno5 addosso.~ ~ 173 1861| disse: «Mori»; e in faccia a ttutti quanti~arzò10 un marraccio11 174 1896| cardinale, santo padre...~6 ttutti gusti che vve vanno ar core.~ ~ 175 1904| E pperché ho da soffrí ttutti sti guasti?~Per vostro 176 1918| er dijje abbasta:5 6 ttutti compaggni.~Nun farebbeno 177 1971| ccom’e Ttarghini,3~e cche ttutti li preti ereno stracchi,~ ~ 178 1974| sano sano~e un’armata co ttutti li bbagajji.~ ~Certuni a 179 1981| a Rroma e in Turchia ttutti uguali.9~ ~19 giugno 1838~ ~ 180 1983| penza a ssé, Ddio penza a ttutti.~ ~2 settembre 1838~ ~ 181 2015| duzzina,~ma pperantro l’ha ttutti assistemati.~Giujjo e Llesandro 182 2021| cciavessi5 una riscetta~pe ttutti li bbastardi e le miggnotte.6~ ~ 183 2061| vvertecchi~ vve state a pijjà ttutti staffanni!~ ~18 dicembre 184 2074| ccom’un editto~incollato pe ttutti li cantoni?~ ~Sta’ attenta 185 2075| nun sbajja.~Li Siggnori ttutti Salamoni.~ ~Li Conti, li 186 2075| li regola la sorte;~e a ttutti o un callo o un freddo, 187 2076| parenti,~je pijji una saetta a ttutti quanti,~ una gabbiata 188 2076| accidenti~pe ffavve cascà ttutti a ffacciavanti.~ ~27 dicembre 189 2102| debbiti anniscosti~pe sfamà ttutti e mmantené lo Stato?~ ~Chi 190 2106| Ma er piú ggranne tra ttutti li tormenti~è de bbussà 191 2106| aggarba.~In sto punto che qui ttutti scontenti.~ ~Quello opre 192 2110| Ma sti lòro chi ssò, ssi ttutti quanti~nun fannantro cqui 193 2150| vvede6 come va la piazza.~ ttutti lupi de l’istessa pelle:~ 194 2155| ppreti o ggiacubbini~ ttutti de ’na pasta. Eppoi, dich’ 195 2159| quarantasette rossi e uno bbianco,~e ttutti su cquer lòro cassabbanco~ 196 2160| scianca:1~~ e li signori ttutti mancini?~ ~Che la grazzia-de-ddio, 197 2180| ppreti e ffrati cqua ssò ttutti bboni,~dítem’un po’, vvoantri 198 2182| zunome~da ricordallo a ttutti in zempiterno.~ ~3 novembre 199 2188| arrosto e un antro allesso,~e ttutti in compaggnia fanno fracasso,~ 200 2191| ccampane~s’aggiusteranno cqui ttutti l’affari:~nun ce saranno 201 2211| lo stà a filetto,~e mmó ttutti me tengheno in zaccoccia.~ ~ 202 2255| ve’ , pperché li pajji~ ttutti o gguasi tutti de l’ebbrei.~ ~ 203 2256| scopettacce er gruggno a ttutti quanti.~ ~17 febbraio 1847~ ~ ~ ~ 204 2267| dimanni ar campanaro~che vviè ttutti li ggiorni a ccasa nostra.~ ~ 205 2272| ma da un pezzo pe mmé ssò ttutti morti.~ ~Sin che ppòi dajje 206 2275| Bborghesi e le siggnore,~e ppe ttutti li prencipi romani.~ ~2


Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License