Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1741. L’amore de le donne

 

L’amore d’una donna io te lo do
a uso de quadrini e ssantità;
credilo sempre metà ppe mmetà.
Pijjelo, e ttira via come se .1

 

Er bene che llei disce che tte ,
e ttutte le sscimmiate2 che tte fa,
quarche vvorta ponnèsse3 verità,
e cquarche vvorta e un po’ ppiú spesso .

 

Indove l’occhio tuo nun vvedé
ssi4 cce n’è un po’ de meno o un po’ de ppiú,
quintazzecca,5 Matteo, quanto sce n’è.

 

Co le donne hai da ccome fai tu
quanno bbevi favetta pe ccaffè:
striggni le labbra, e bbon zuàr monzú.

 

3 dicembre 1835

 




1 Si può.

2 Moine.

3 Esser.

4 Se.

5 Vallo o indovinare.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License