Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1889. Li moccoletti der 37

Sonetti 2

 

Ebbè, appena passati li cavalli
dovunque s’accenneva moccoletti
una carca1 de marri2 e ppasticcetti3
de carièra curreveno a ffischialli.

 

Da le bbotteghe in ffino a li tetti
guai chi nun vorze4 subbito smorzalli!
Sassate a le perziane e a li cristalli
che ffioccaveno ggiú ccom’e cconfetti.

 

Cacciorno5 le carrozze a bbastonate,
serrorno(5) porte, sfassciorno(5) lampioni...
Me pareveno furie scatenate.

 

E li cherubbiggneri8 e li dragoni?
Co le loro guainelle9 sfoderate
ce fescero la parte de cojjoni.

 

8 febbraio 1837

 




1 Dire.

2 Popolani.

3 Cittadini eleganti.

4 Volle.

5  Cacciarono, serrarono, sfasciarono.

8 Carabinieri, milizia di polizia, succeduti ai gendarmi del Governo francese.

9 Spade, sciabole, ecc.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License