Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

2001. L’Urion de Monti

 

Ggià ccher Papa ha vvorzuto indeggnamente
vvescovo er calonico Tizzani
senza senticce prima un accidente
li su’ poveri fijji montisciani,

 

bisoggnerà abbozzà, naturarmente,
e ppe ffàcce vedé bboni cristiani
sbiggnà vvia tra le scianche de la ggente
co l’orecchie a l’ingiú ccome li cani.

 

Questa perantro c’è arrivata all’ossa;
e ccom’è vvero er foco de l’inferno
er Zanto Padre sce l’ha ffatta grossa!

 

E ppoteranno ssemprar Governo
li Monti, che jj’è ttocca una gran sbiossa,
e li Ternani, c’hanno vinto un terno.

 

17 aprile 1843

 

 

 




Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License