Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

2120. Grigorio e Nicolò

 

Dunque er Papa da venti e ppassa mesi
jarichiedeva co bbona maggnera
la Moscovia, pe ffàcce la galera
de li su’ Romaggnoli e Bbologgnesi.

 

Ma er Cazzàr de Moscovia, che nnun era
de vela d’aridà cqueli paesi,
se piantò a Ssan Luviggi de Francesi
e annò a Ssan Pietro a ccojjonà la fiera.

 

Su’ Santità pperò ffesce la cresta,
e ddisse: «O l’ubbidienza, o ccaso mai
spidiremo laggiú Bbàveri e Rresta».

 

er zor Cazzarre ha d’abbozzà, pper dina!
Tantoppiú ssi ccor Papa je gguai
puro l’Imperator de la Dottrina.

 

31 dicembre 1845

 

 




Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License