Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

105. A Nnunziata

 

Eh sora Nunziatina, cuanno fussi
lescito a la dimanna, me voría
levà un dubbio, si mmai, nun zapería...1


ciavessivo pijjati pe bbabbussi,2

 

oppuramente per ingresi, o russj,
o ppe ggreghi sbarcati da turchia;
che nnun ze conosscessi, giogglia3 mia,
cual’è er tu’ ggioco, e indove strissci e bbussi:

 

e nun ze sa ppe ttutti li cantoni,
da ponte-rotto4 a ppiazza-montanara,
che nnu li capi5 si nun ccojjoni?

 

Ma a mmé la bbajocchella6 me sta ccara:
e pe cquer fatto drento a li carzoni
nun ce vojjo chiamà la lavannara.

 

Morrovalle, 20 settembre 1831 - De Pepper tosto

 

 




1 Non saprei.

2 Uccelletti semplici.

3 Gioia.

4 L’antico Ponte Palatino, presso lo sbocco della Cloaca massima, fatto e rifatto in più epoche, ed oggi esistente soltanto a metà.

5 Scegli.

6 Nome generico di «danari».

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License