Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

330. La Nunziata

 

Ner mentre che la Verginemmaria
se magnava un piattino de minestra,
l’Angiolo Grabbiello via via
vieniva com’un zasso de bbalestra.

 

Per un vetro sfasciato de finestra
jentrò in casa er curiero der Messia;
e cona rama immano de gginestra
prima je rescitòna Vemmaria.

 

Poi disse a la Madonna: «Sora spósa,1


sete gravida lei senza sapello
pe ppremission de ddio da pascua-rosa».2

 

Lei allora arispose ar Grabbiello:
«Come esse mai sta simir cosa
s’io nun zo mmanco cosa sia l’uscello?».

 

12 gennaio 1832 - De Pepper tosto

 

 




1 Colla o stretta, come amorósa, ecc.

2 La Pentecoste, detta a Roma Pasqua Rosa.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License