Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

845. Nono, nun disiderà la donna d’antri

 

Forze1 a Rroma sciamàncheno2 puttane
che vvai scercanno3 le zzaggnotte4 in ghetto?
Vòi fotte? eh ffotte co le tu’ cristiane
senza offenne5 accusí Ddio bbenedetto.

 

Cqua per oggni duzzina de Romane
un otto o un diesci te guarnissce er letto:
e cche pòi spenne?6 Un pavolo, un papetto,
e dd’un testone poi te sciarimane.7

 

Eppuro tu ssei bbattezzato, sei:
e nnun zai che cquann’uno è bbattezzato
nun ttoccà le donne de l’ebbrei?

 

E una vorta c’hai fatto sto peccato
hai tempo d’aspettà8 lli ggiubbilei
se9 more, fijjo mio, scummunicato.

 

Roma, febbraio 1833

 




1 Forse.

2 Ci mancano.

3 Cercando.

4 Sozze bagasce.

5 Offendere.

6 Spendere.

7 Ci rimane, ne rimane.

8 Avrai bell’aspettare etc.

9 Si.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License