Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1048. Er Monziggnorino de garbo1

 

Quanno nun z’abbi2 da poté ffidasse3
manco4 ppiú de siggnori e dde prelati,
nun c’è dda ggnentantro5 che bbuttasse6
pe tterra, cristo mio, pe ddisperati.

 

Bbravo! perché le stime ereno bbasse,
e vvedevo li tomi arilegati,
io avevo da crede7 che ste casse
de libbri vecchi fussino arrubbati.

 

Cresi8 che, mmorto er padre, er prelatino
volessi9 bbastonà10 la libbraria
pe ccrompaccese11 un schioppo e un carrettino.12

 

Che ssò13 io? er profeta de l’urione14
pe ssapé15 che li libbri che ddà vvia16
monziggnore li scrocca a la lauzzione?17

 

10 gennaio 1834

 




1 Avvertiamo che l’interlocutore qui appresso introdotto, è un certo tale, conosciuto in Roma sotto il nome del Rosso, il quale di servitore che era messosi a fare il libraio, compera a peso o a proporzione del formato i libri de’ librai falliti, o di chiunque altro abbia desiderio o bisogno di disfarsene. Tra questi un prelatino, figlio di principe romano, acquistò a credito a un pubblico incanto (o, come dicesi, auzione) per cento scudi circa di libri, che subito rivendé a contanti al Rosso per circa scudi venti, senza mai più pagare il creditor principale. Questa è la base del seguente sonetto, nel quale il Rosso si discolpa di una specie di complicità attribuitagli in un furto, del quale non si fece altronde alcuna colpa al prelatino figlio di principe.

2 Non si abbia.

3 Poter fidarsi.

4 Nemmeno.

5 Nient’altro.

6 Buttarsi.

7 Da credere.

8 Credetti.

9 Volesse.

10 Sacrificare, vendere con perdita.

11 Comperarcisi.

12 Vettura da caccia.

13 Sono.

14 Del rione.

15 Per sapere.

16 Vende.

17 All’auzione.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License