Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1111. Le Cantarine

 

Una vorta pe ssempre: In certi guai1


co mmé nun zaripete una saetta.2
Io 3 amico e ccompare de Carletta,4
e ddiscenno5 Carletta, ho detto assai.

 

Le vertüose lui? si ccasomai6
ccommannalle7 se ddí a bbacchetta,8
perché jje fa da mmaschera e staffetta,
e dda quarcantra cosa che nun zai.9

 

Me disce dunque lui che le Cantante,
che vviaggeno per Monno oggni momento,
vanno co un zonatore tutte quante.10

 

Perché, indove che ,11 vvonno avé ttutte,
o de notte o de ggiorno, uno strumento
che jje dii cor bemollo12 e ’r zorfautte.13

 

18 marzo 1834

 




1 Guai, per «subbietti».

2 Non si ripete affatto. La saetta è spesso un vezzo di ripiego, o una sinonimia, presso a poco come l’accidente, di cui vedi la nota... del Sonetto...

3 Sono.

4 Carlo..., detto Carletta, è un vecchio servo e avvisatore del Teatro della Valle, uomo anzi sfacciatello che no, famoso rubator di cani, che talora portò sventuratamente a vendere agli stessi padroni.

5 Dicendo.

6 Se caso mai, cioè: «quando siamo a questo discorso a un bisogno», ecc.

7 Può comandarle.

8 Altrove abbiamo scritto battecca, secondo la pronunzia dei più, ma bisogna far luogo anche agli errori dei pochi i quali dicono meglio.

9 Che non sai. Qui il nostro romanesco pare inclinato a qualche sospetto di lenocinio.

10 Per esempio, la signora Ronzi col signor... Sebastiani, professor di clarino, la signora Malibran col signor Carlo Bériot, professor di violino ecc. ecc., suonatori che le accompagnavano a Roma.

11 Dovunque sono.

12 Dar col bimolle: assestare alcunché a tempo e luogo.

13 Termine generale, esprimente il suono e la battuta del suono.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License