Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1137. Er Tesoriere bbonanima1

 

Monziggnor Tesoriere ch’è ccrepato,
quanno stava a la stanga der timone2
e mmaggnava su ttutte le penzione,3
le gabbelle, l’apparti e ’r mascinato;4

 

volenno5 una bbona confessione
(ché da un pezzo nun zera confessato)
se n’aggnede6 da un prete sganganato7
drent’in ne l’Oratorio a la Missione.8

 

Mentre sputava li su’ rospi, in chiesa
sce se trovava un povero cristiano
c’aveva avuto un torto in ne l’Impresa.9

 

Come stomo che cqua10 vvedde11 er gabbiano12
der confessore co la mano stesa,
«Nu l’assorve»,13 strillò: «fferma la mano!».

 

24 marzo 1834

 




1 Il Tesoriere morto. Fu realmente monsignor Belisanio Cristaldi, e l’altro suggetto di cui qui sotto si parla, un tal Baracchini.

2 Alla direzione degli affari.

3 Pare che l’egregio prelato, a sentimento del nostro Romanesco, volesse far rivivere il Date obolum Belisario. Noi non siamo del suo maligno avviso. Crediamo però che se veramente l’antico Belisario andò orbato degli occhi del corpo, il nuovo non godesse di que’ della mente.

4 E il macinato: dazio sulla macinatura del frumento.

5 Volendo.

6 Se ne andò.

7 Sgangherato, per «decrepito».

8 Nell’oratorio de’ Signori della Missione.

9 Quando si nomina assolutamente l’Impresa, s’intende a Roma sempre quella de’ Lotti.

10 Semplicemente quest’uomo. Il che qua, che qui, sono pleonasmi usatissimi da Romaneschi.

11 Vide.

12 «Gabbiano», per «balordo, gocciolone»: la dupe de’ Francesi.

13 Non l’assolvere.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License