Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1222. Li Cavajjeri

 

E a vvoi da bbravi!1 Cavajjeri jjeri,
cavajjer oggi, e ccavajjer domani!
E ssempre cavajjeri: e li sovrani
nun zanno antro che ffà cche ccavajjeri.

 

Preti, ladri, uffizziali, cammerieri,
tutti co le croscette a li pastrani.2
E oramai si3 le chiedeno li cani,
dico che jje le danno volentieri.

 

S’incavajjèra cqualunque vizzio:
vojjo ride però, cco ttanto sguazzo4
de cavajjeri, ar giorno der giudizzio.

 

Quanno che Ggesucristo, arzanno5 er braccio,
dirà: «Ssiggnori cavajjer der cazzo,
ricacàte6 ste crosce,7 e a l’infernaccio».

 

21 aprile 1834

 




1 E tiriamo innanzi così.

2 Agli abiti, alle vesti.

3 Se.

4 Guazzo, profluvio.

5 Alzando.

6 Restituite.

7 Queste croci.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License