Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1281. La carità ccristiana

 

È arrivato a l’orecchie der Governo
quarmente er zotto-coco der Farcone,1


che pprima ha vvinto un ambo e ddoppo un terno,
j’abbi dato li nummeri un stregone.

 

Su sta vosce la Santa Inquisizzione,
ch’è nnimmica ggiurata de l’inferno,
j’ha mmannato sei ottime perzone
pe vvisitallo con amor fraterno.

 

Entrata a ccasa sua sta bbrava ggente,
j’ha ccominciato a ddí: «Fijjolo, zitto:
se2 fa ppe bbene tuo: nun temé ggnente».

 

Defatti er capo, sibbè3 aveva er dritto
de manettallo, ha ppresi solamente
li quadrini der corpo der dilitto.

 

6 giugno 1834

 




1 Osteria in Roma.

2 Si.

3 Sebbene.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License