Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Sebastiano Satta
Canti

IntraText CT - Lettura del testo

  • CANTI DELL’OMBRA
      • SEPULTA DOMUS
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

SEPULTA DOMUS

 

Mi dicevan: — Fulano

È ricco, ha molti armenti,

Ha vigneti e fiorenti

Pomarî ai poggi e al piano.

È assai ricco Fulano!

 

Ed io cantavo nel mio cuor fedele:

Ah! più grande tesoro

Mi ho io nella mia casa:

Una figlietta, una bambina d’oro

Che raggia d’astri tutti i miei pensieri

O bambina, bambina!

Ed ecco tu sei morta.

Ed io non ho più nulla;

E invidio ora il mendico

Che nel cavo della mano al figlio

L’acqua delle fontane;

E invidio anche il tapino

Che torna all’abituro senza pane

E trova il figlio lacero, piangente

Nella tenebra, privo

Di ogni cosa, ma vivo!




Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2008. Content in this page is licensed under a Creative Commons License