Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
Vieni meco - 1913
Lettura del testo

VIENI MECO PER LE SUORE MISSIONARIE AMERICANE IN USO NELLA CONGREGAZIONE DELLE FIGLIE DI SANTA MARIA DELLA PROVVIDENZA IN COMO (1913)

XXXV. IL RICOVERO

«»

- 794 -

XXXV.

IL RICOVERO

 

[68]Il cardinale <Carlo Nocella>42, ultimo creato da Leone XIII, dal letto della sua ultima infermità mi incoraggiava dicendo: «Voi altri della Casa della divina Provvidenza scrivete nel cuore e sulle pareti dei ricoveri, perché ognuno intenda e legga: Sono un verme e non uomo43... Chi di voi fa del bene a qualsiasi dei poverelli che sapete essere i beniamini miei, voi fate il bene come a me stesso»44. E seguiva a rappresentarmi al vivo l'immagine santa di Gesù Cristo, che trascorreva da Giudea a Galilea facendo del bene a tutti e curando gl'infermi e perfino risuscitando i morti. Oh, quell'immagine rappresentatami così al vivo da quel Cardinale morente...! Ho io obbedito a scolpire sul muro, a scrivere sulle pareti le parole di un[69] eminentissimo padre che muore?

 Adoperiamoci tutti... e traduciamo in effetto il senso di quelle esortazioni. Non potremo far cosa più grata al Cuore appassionato di Gesù né più cara all'affetto di questa povera umanità. Nessuno può esercitare l'eroismo della carità più di quelle persone generose, che in sollievo ai fratelli languenti danno l'anima propria, o sia che impiegano intiere le forze del corpo e dell'anima sino alla morte. Ponete nel mezzo al ricovero regina sovrana su alto trono la carità. E la carità virtù vi farà prostrare davanti alla carità nella augusta Eucaristia, amore per essenza.

Alla carità fate posto nell'intimo del vostro cuore e non vi daranno fastidio gli uffici più umili della carità, anzi in - 795 -quegli uffici, per le persone di mondo tanto penosi, voi troverete sollievo e contento.

E come no? La fede non ve lo rassicura[70] che la carità è Dio e che chi vive nella carità vive con Dio e Dio con esso lui, il figlio della carità?

 Il demonio e il mondo vi faranno guerra per ritardarvi tanto bene. Ma confidate! D'altronde la Provvidenza ha sparso il mondo di tanti miseri ed infelici. Ebbene, il primo ed il più abbandonato fra tutti raccoglietelo voi e mettelo a mensa con voi e fatevelo vostro, perché questi è Gesù Cristo, il lebbroso che Giovanni Colombini45 raccolse dalla piazza, il poverello che il capitano Martino coprì col suo mantello. Che gioia! Che paradiso mai! Pregate per il ricovero negli Stati Uniti, magari a Chicago; adoperatevi per innalzare il ricovero. Certo dal cielo ne aiuterà l'anima dell'amato sacerdote Giorgio Steinhauser46 che per venti anni evangelizzò in Chicago e sui laghi del Michigan e desso, divenuto povero e malato, visse e morì fra i poveri e gli ammalati nella Casa della divina Provvidenza in Como.





p. 794
42 Carlo Nocella (1826-1908) fu creato cardinale nell'ultimo concistoro celebrato da Leone XIII il 22 giugno 1903. Di per sé, nella stesura del manoscritto l'A. lasciò al posto del nome uno spazio vuoto; sullo stampato si elgge soltanto: Il cardinale ultimo creato da Pio IX... Ma sappiamo il nome del porporato da don Leonardo Mazzucchi, (in Charitas, 72, 1941, p. 19), che riferisce questo stesso episodio, raccontatogli dall'A. il 22 maggio 1914.



43 Sal 21, 7.



44 Cfr. Mt 25, 40.



p. 795
45 B. Giovanni Colombini (1304-1367). Ricco mercante di Siena, distribuì tutto ciò che possedeva per amore di Cristo; raccolse attorno a sé discepoli, che furono chiamati Gesuati.



46 Don Giorgio Steinhauser (1824-1897) fu missionario negli Stati Uniti dal 1854 al 1866. Ritornato nella diocesi di Como, si dedicò al ministero parrocchiale; nel 1893 si ritirò in riposo presso la Casa della divina Provvidenza in Como, dove rimase fino alla morte. Fu il primo sacerdote ad essere assistito da don Guanella.



«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma