Addio, Amore!
   Parte, Cap.
1 1, IV| diventa grandissimo. Le duemila persone, fra uomini e donne, 2 1, IV| moltissime ragioni nascoste, le duemila persone, in quel giorno All'erta, sentinella! Racconto, Cap.
3 Terno, II| Centomila lire.~ ~— E tu?~ ~— Duemila: non avevo altri soldi, 4 Trent, V| casetta e questo orto, per duemila lire, sperando, con l'interesse 5 Trent, V| Alessandro de Peruta.~ ~Le duemila lire erano stato mandate 6 Trent, V| di giorni a Napoli: con duemila settecento lire avrebbero La ballerina Cap.
7 III | di orecchini, almeno di duemila lire, alle orecchie. Roberto I capelli di Sansone Cap.
8 III | pagato or ora una cambiale di duemila lire.~ ~— Anche ieri avevi 9 III | avevi pagato una cambiale di duemila lire.~ ~— Anche ieri ti 10 IV | delle varie città d'Italia, duemila trecento, duemila quattrocento 11 IV | Italia, duemila trecento, duemila quattrocento lire al mese. 12 V | lire, prendendone a chi duemila, a chi duecento, a chi dieci: 13 V | piccolo giornale che tirava duemila copie, il mediocre giornalista 14 V | giornale che si tirava a duemila copie e su cui era morto 15 VI | Non le ho, cinquemila.~ ~— Duemila allora.~ ~— Non le ho.~ ~— La mano tagliata Par.
16 2 | Benissimo. Vi darò duemila lire anticipate. — ~ ~Roberto 17 2 | Darete a John il viaggio e duemila lire, se il colpo non riesce. Nel paese di Gesù Parte, Cap.
18 3, I| pensare che la Gerusalemme di duemila anni fa non doveva essere 19 3, II| essere qui, dove, sino a duemila anni fa, essi avevano il 20 3, II| Così, quattromila greci, duemila latini, mille armeni, oltre 21 3, III| III.~ ~L’anima.~ ~ ~ ~Duemila anni trascorsi, diciotto 22 3, III| missione divina. Sionne, duemila anni fa, formicolava di 23 4, V| scoppio delle anime che, dopo duemila anni, sono ancora oppresse 24 5, II| verso cui si stendono, da duemila anni, mani di tutti i bimbi 25 7, VII| Nazareth, da quello che erano duemila anni fa, quando il buon 26 7, X| città di Tiberiade che, duemila anni fa, fu eretta ad attestare 27 7, XI| parole che, più tardi, per duemila anni, commuoveranno l’universo Il paese di cuccagna Par.
28 7 | Ve l’ho detto: per duemila lire.~ ~L’avvocato crollò 29 8 | contò mentalmente. Delle duemila lire ne aveva date duecento 30 10 | bocche aperte, mille bocche, duemila bocche che cantavano gravemente 31 14 | riccone. Gli doveva più di duemila lire, a don Crescenzo, il 32 14 | cacciato via, in malo modo. Duemila e più lire perdute! Giurò Il ventre di Napoli Parte, Cap.
33 3, 5 | in tutte le coscienze! Duemila anni fa voi l'avete pronunziata,
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on touch / multitouch device
IntraText® (VA2) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2011. Content in this page is licensed under a Creative Commons License