Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 422 -


318. A SUOR MARIA GIOVANNA SPARANO.

Le porge alcune regole pratiche di coscienza e l'anima al fervore.

 

Viva Gesù, Maria, e Giuseppe!

 

NOCERA, 26 NOVEMBRE 1759.

 

Io rispondo, ma vorrei rispondervi più distintamente; ma per far ciò, bisognerebbe interrogarvi di più cose. Onde rispondo così in generale, secondo le regole generali, e dico che non son peccati le tentazioni né le inclinazioni male, ma li consensi avvertiti e voluti.

Sempre che non avete acconsentito a pensiero di cose male gravi, ancorché ci abbiate avuto qualche inclinazione o genio di parlare, ciò non è peccato mortale. E vero che dovete fuggire il voler parlare per genio. Quando ci parlate, avete da indirizzare il fine solo per Dio e per l'anima; ma quando ci andate con buon fine, ancorché parlando ci abbiate una certa compiacenza naturale, e sempre che non date il consenso a cose gravi, state sicura che non peccate mortalmente, né siete obbligata neppure a confessarvelo. Basta almeno dire: mi accuso di tutte le male compiacenze, in materia leggiera, senza nominare con chi; e in dubbio del consenso deliberato, non siete obbligata a confessarvelo.

Onde di questi dubbi passati che mi scrivete, se non ci è stato consenso, e certo, di peccato mortale, non ve ne confessate più. Ma tremate, perché io temo che questa sia l'ultima chiamata di Dio per voi. Dove vedete genio, usate tutta la cautela, per istaccarvi. Voi state sopra un taglio di coltello: o santa, o al fondo dell'inferno. Ma Dio vi vuole santa. Aiutatevi voi a fuggire gl'attacchi, ed a pregare sempre con dire: Signore, misericordia, non permettete ch'io vi lasci più. L'amore mio, voglio darlo tutto a voi.

Nell'orazione, se Dio vi consolazioni, ringraziatelo; ma non le andate cercando. E sappiate che voi, come stimo, avrete d'avere grandi desolazioni. Nell'orazione, non avete da


- 423 -


far altro che pregare e tornare a pregare, dicendo sempre: Signore, misericordia; Signore, misericordia! E voltatevi ancora alla Madonna E comunicatevi spesso, quanto più potete, perché avete bisogno di aiuto. E non lasciate mai le due ore d'orazione, benché vi costassero agonie di morte.

Il P. Mazzini sta fuori alla missione, e viene alli 8 di dicembre.

Raccomandatemi a Gesù Cristo e statevi allegramente. Io spero certo che state in grazia di Dio, sperando certo che in quest'ultime cose non ci avete commesso peccato mortale; perché se l'aveste commesso, stareste certa d'averlo fatto. All'incontro, vedo che Dio vi dona la grazia di temerlo e 'l desiderio di amarlo. Onde state allegramente.

 

Urno servo

ALFONSO DE LIGUORI del SS. Redentore.

 

Conforme ad una antica copia.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos