Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 128 -


622. A D. SALVATORE TRAMONTANO,1 IN NAPOLI.

Avvisato da questo delle censure che si facevano a suo carico umilmente dà conto del suo modo di governare e della rinunzia che ha risoluto di fare.

ARIENZO, 05 OTTOBRE 1769.

.... Circa la diocesi, D. Salvatore mio, io non so più che fare di quello che fo. Io non dormo; né tralascio, né pospongo


- 129 -


niuna cosa. Quel che si ha da fare, di castighi o di ammonizioni, procuro di farlo quanto più presto si può.

Del resto, è impossibile chiuder la bocca a' malcontenti.

Ora tengo nove preti esiliati. Fuori delle cose della curia, per le quali dipendo da' due vicari, uno ad Arienzo, e l'altro a Sant'Agata, tutte le altre cose del governo passano per mano mia; ma con tutto ciò altre spine si estirpano, ed altre continuamente rinascono.

Prego V. S. a raccomandarmi a Gesù Cristo, acciocché mi dia luce e forza di far la sua volontà, specialmente circa la rinunzia del mio vescovado.

In questi giorni ho consigliato la cosa col P. Villani, mio direttore, ed abbiamo concluso che io scriva tutto lo stato della mia sanità e del governo ed età al Papa, e che dipenda dal suo oracolo, se vuole che rinunzi, o pure che resti a governare così stroppiato come sto.

Ma ringrazio Dio, perché già dico messa ogni mattina, benché Dio sa con quale stento ....

Conforme ad un'antica copia.




1 Il sacerdote D. Salvatore Tramontano fu uno dei testimoni nel Processo di beatificazione di S. Alfonso. " Verso l'età mia di 13 anni -così egli nel predetto Processo- in occasione che mi tratteneva in questa città di Nocera, cominciai a conoscere il Servo di Dio, di cui intesi anche le prediche nella chiesa del Corpo di Cristo di questa università.

Ritornato poi in Napoli, da dove solevo conferirmi qui (in Nocera) per villeggiare, o per altri affari, seguitai a conoscerlo, perché mi portava in questa casa DI S. Michele anche per sentire li suoi sermoni, ch'era solito fare al popolo nelli giorni di sabbato; ma si strinse poi la conoscenza verso il 1765, tempo in cui il Servo di Dio dimorava in sua diocesi di Sant'Agata, dove talvolta io mi portava per visitarlo, e talvolta per consigliare con lui di cose appartenenti al mio spirito, avendomi ancora alcuna volta parlato in Napoli, dove il Servo di Dio per suoi affari è venuto, tanto prima quanto dopo esser fatto vescovo."

Sin qui D. Salvatore. Ma ci piace aggiungere che questo buon sacerdote ha fatto molto per la gloria di S. Alfonso. Non solamente egli ha procurato di raccogliere moltissime notizie per la Vita del Santo, ma ancora di riunire e conservare quante lettere gli fu possibile ritrovare, tra le altre quelle scritte a suor Brianna Carafa ed a Suor Giovanna della Croce.






Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos