Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

385. Alla superiora del monastero delle Cappuccinelle1, Napoli.

Avendo saputo che una suora è uscita dal monastero, manda una lettera alle religiose per esortarle alla perseveranza nella vocazione.

 

Nocera, 20. 09. 1776.

 

V. Gesù, M.a e Gius.e

Molto Rev.da Madre, Sig.ra P.na col.ma

Avendo io saputo con molto dolore l'uscita di una2 delle vostre religiose da codesto santo monastero3, ch'io stimo come un santuario della città di Napoli, e come lo stima tutta la città, mentre le famiglie ne' maggiori loro bisogni ricorrono alle vostre orazioni, ed io ancora --come vi ricorderete--sono più volte ricorso ed ho mandato a pregarvi4; acciocché aveste raccomandato a Dio la povera nostra Congregazione del S.mo Redentore perseguitata da alcuni malevoli5. Avendo, dico, saputo poi l'uscita della vostra infelice Cappuccinella andata ad un monastero di Salerno, temo che il demonio si adoperi con tale esempio con altre delle vostre figlie con tentarle a procurarsi di mutar monastero, e pertanto ho scritta l'inclusa lettera a tutte le vostre figlie per desiderio che tutte siano forti a mantenersi nella loro bella vocazione.

E perciò prego V. R. a leggere e far leggere questa mia lettera inclusa a tutte codeste buone monache nel tempo che stanno unite, e [a] darla a leggere poi ad alcuna che cercasse di leggerla in particolare.

V. R. poi mi faccia la carità di raccomandare a Gesù me miserabile ed anche la mia Congregazione, che seguita ad essere perseguitata, mentre io non lascerò nella Messa di pregare il Signore per V. R. e per tutta la santa vostra comunità, e con ciò mi dico

Di V. R.

Um.mo Servo

Alfonso M. a de Liguori Vesc.o

Nocera, li 20 Settembre 1776

 

Trascrizione da una copia, ora conservata in A G, rinvenuta tra le carte lasciate dal p. Oreste Gregorio deceduto a Roma il 22 febbraio 1976 [era nato a Castelfranci (Avellino) il 7 febbraio 1903), e che non aveva fatto in tempo a pubblicare.

Analisi della lettera fatta dal P. Andreas Sampers.

Pubblicata in Spicilegium Historicum, Roma, 25 (1977) p. 318-319, n. 22.




1 Alcune notizie su questo monastero sono date dal p. R. Tellería in Spic. hist. 2 (1954) 285-286. Cfr. R. De MAIO, Società e vita religiosa a Napoli nell'età moderna, 1656-1799. [Napoli 1971] 355, C. Russo, I monasteri femminili di clausura a Napoli nel sec. XVII, [Napoli 1971], 12, n. 17.



2 La lettera alle suore non ci è nota.



3 Si tratta di Suor M. Gaetana di Ruggiero. Non abbiamo trovato notizie su questa suora, ne sappiamo come è andata a finire la sua vicenda.



4 In una lettera del 23 gennaio 1776 al p. Angelo Maione Alfonso l'incaricò di dare una offerta di 12 carlini alle Cappuccinelle, «acciò facciano un'altra novena alla Madonna colla litania ogni giorno». Lettere II 363.



5 Accenna al processo Sarnelli-Maffei-De Leon.






Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos