Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Regole…Monastero Regina Coeli

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 687 -


Cap. II. Della castità.

 

1. Niuna entri nella cella dell'altra senza la licenza della badessa.

 

2. Negli ordini della s.c. sta espressamente comandato che tanto le monache quanto le converse, ciascuna abbia la sua cella, né stiano più d'una insieme in una cella, ma separatamente ciascuna dorma nel suo letticciuolo.

 

3. Di più sta ordinato che non si riceva monaca o conversa in qualunque monastero, se in quello a ciascuna monaca o conversa, non saranno assegnate ad ognuna le proprie celle: le quali siano differenti di muro o di pietra o di tavola o di tela nel dormitorio comune; e se attualmente quelle non sono abitate, stiano vacue per quella monaca, o conversa che si avrà da ricevere.

 

4. Si tolgano le particolari amicizie ed attacchi fuor del dovere più ad una che ad un'altra, mentre tali amicizie possono esser cagione di molte discordie, e mille altri mali. Guai a quel monastero, in cui si tollera questo gran disordine! e perciò le superiore debbono attendere con tutta la loro cura ad estirparlo.

 

5. A niuna sia lecito andar di notte per il giardino o claustro, dopo un'ora di notte, né per fare la disciplina né per altro affare, senza gran necessità e senza licenza della madre; la quale non la conceda facilmente; e quando la concederà, debbano andare tre sorelle insieme in testimonio della loro onestà.

 

6. Si proibisce rigorosamente di tener nel monastero cagnuoli. Il che già si è posto nella prima parte.

 




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos