Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Plinio Corrêa de Oliveira
Nobiltà ed élites tradizionali analoghe…

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

14. Rispettare la gerarchia sociale per il maggior bene degli individui e della società

 

Benedetto XV, nella lettera Soliti nos (11/3/1920), a mons. Marelli, vescovo di Bergamo, dichiara:

 

“Quelli che occupano posizioni inferiori quanto alla situazione sociale e alla fortuna, si devono ben convincere che la diversità di classi nella società proviene dalla natura stessa, e che la si deve cercare, in ultima analisi, nella volontà di Dio: 'Perché essa creò i grandi ed i piccoli' (Sap. 6, 8), per il maggior bene degli individui e della società. Le persone umili devono compenetrarsi di questa verità: quale che possa essere il miglioramento che ottengano della loro situazione, tanto con i loro sforzi personali quanto per l'aiuto degli uomini per bene, rimarrà sempre loro, come agli altri uomini, una non piccola eredità di sofferenze. Se avessero questa visione esatta della realtà, non si esaurirebbero in inutili sforzi per elevarsi ad un livello superiore alle loro capacità, e sopporterebbero i mali inevitabili con la rassegnazione e il coraggio dato dalla speranza dei beni eterni”. 228

 

 




228 Acta Apostolicae Sedis, vol. XVI, n. 4, 1/4/1920, p. 111.






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) Copyright 1996-2007 Èulogos SpA